Hai appena deciso di creare il tuo primo sito web in WordPress, e hai deciso che vuoi provare a farlo da sola. Bene, ti vedo che stai già scrollando tutta la libreria dei temi aspettando di imbatterti in quello più ‘carino’.
Fermati un secondo, respira, e leggi questo articolo che ho scritto proprio per te, per mettere ordine alle idee confuse che hai in mente in questo momento e darti 8 punti da cui partire per iniziare a costruire il tuo sito con il piede giusto. Per alcuni dei punti che analizzeremo ho anche da consigliarti delle super professioniste che sicuramente adorerai e dalle quali potrai imparare tantissimo.

1. Parti sempre dall’idea di quello che vuoi comunicare e come vuoi farlo.

La primissima cosa da fare prima di creare un sito web è sapere con chiarezza perché lo stiamo creando. Non basta dirlo a voce alta, e non valgono cose del tipo: “ Voglio il sito per mettere online la mia attività”. Beh, grazie capitan ovvio. Chiediti invece che cosa vuoi comunicare, come intendi farlo, e scegli soprattutto un tono di voce da mantenere in tutte le pagine del tuo sito, non vorrai mica dare del lei da una parte e del tu dall’altra vero?

Ti faccio un esempio: “Vorrei condividere il mio lavoro, esperienze e consigli che possano essere utili alle persone che vogliono avviare, migliorare o gestire il loro sito web al meglio. In questo modo avvicinare le persone al mio mondo e alla creazione di siti web che le rappresentino. Lo vorrei fare attraverso il mio blog e la mia newsletter con un tono di voce friendly e comprensibile a tutti.”

Ora prendi un foglio di carta o le note del tuo pc e scrivi quello che vuoi comunicare tu con il tuo sito web e il tuo tono di voce.

2. Prima disegna uno sketch su carta del tuo layout

Prima di buttarti a capofitto nella ricerca di un tema a caso solo perché ti piace, prova a disegnare su un foglio di carta come ti immagini il tuo sito: Come è fatta la barra di navigazione? Dove te lo immagini il logo? Com’è la prima immagine che il tuo potenziale cliente vede quando entra nel sito?
Disegna dei box su in foglio e appunta il contenuto. Ora puoi andare alla ricerca di un tema che rappresenti quello che hai disegnato. Meglio vero?

3. Preparati una lista di tutto il contenuto del tuo sito.

Non andare a sentimento, preparati prima una lista di quello che vuoi inserire nel tuo sito. Se hai una pagina portfolio ad esempio, decidi quali progetti vuoi inserirvi all’interno. Decidi come deve essere strutturata la tua pagina servizi, quali servizi vuoi inserire e come devono essere organizzati. Idem per la home page, pagina about, contatti ecc.
Traccia materialmente su carta una mappa del tuo sito, non è necessario che tu scriva i testi, in questa fase ti basterà elencare soltanto il contenuto di ogni pagina e sezione.

4. Tieni sempre accanto a te la tua scheda di brand per non perdere mai la giusta direzione.

Hai già pensato alla tua brand identity vero? Se non l’hai ancora fatto corri a fare i compiti! Puoi trovare consigli e percorsi utilissimi proprio sul brand da Giulia di Nemwashi Studio.
Se invece hai già il tuo brand bello chiaro tira fuori la tua scheda di brand e tienila sempre sotto gli occhi mentre crei il tuo sito, questo ti aiuterà a non perdere mai la bussola utilizzando 1000 font e colori diversi, attieniti solo alla palette colore e ai font che hai scelto.
Se hai già scelto palette colore, font, hai già il tuo logo ma non hai una scheda per il tuo brand, qui sotto puoi scaricare un template gratuito per crearla.

  • Facebook
  • Pinterest

5. Less is more. Prediligi gli spazi vuoti.

Non ti affannare a riempire in tutti modi lo spazio nel tuo sito, prediligi invece gli spazi vuoti che renderanno il tuo sito ordinato, pulito e leggibile.
Spesso un layout troppo pieno confonde l’utente e lo distrae da quello che è invece il vero contenuto della pagina. Uno sfondo troppo disegnato con tante linee dietro ad un articolo del blog ad esempio, renderebbe lo stesso poco leggibile e scoraggerà chi sta leggendo ad arrivare alla fine dell’articolo.
Cerca di bilanciare pieni e vuoti il più possibile.

6. Scegli immagini e grafiche di qualità

Ne abbiamo già parlato in questo articolo dedicato al colore, la parte visuale è sicuramente la più importante e va curata nei dettagli. Il mio consiglio è quello di investire in un servizio fotografico mirato al tuo sito, ma se per adesso il tuo budget non lo consente, cerca sul web immagini di qualità ad uso gratuito, io ad esempio utilizzo moltissimo la piattaforma Unsplash.
Ho detto solo per adesso però, ti consiglio comunque di calcolare la spesa per un fotografo nel tuo prossimo business plan, delle foto scattate appositamente per te hanno tutto un altro impatto rispetto a quelle prese dal web, seppur di altissima qualità. Lato fotografico ti consiglio il sito di Federica Rikaformica, dove puoi trovare tantissimi spunti e consigli, consulenze personalizzate e molto altro.

7. Mettiti nei panni di chi visiterà il tuo sito.

Questo passaggio è essenziale. Spesso quando progettiamo un sito ci sembra tutto chiarissimo e perfetto, questo solo perché ormai lo conosciamo meglio di casa nostra. Prova quindi, appena prima di mettere il tuo sito online, a farlo utilizzare da una persona che lo vede per la prima volta, un amico o un familiare e stai dietro di lui per vedere cosa clicca, come se muove, e se alla fine và dove lo volevate portare. In questo modo ti accorgerai immediatamente se ci sono modifiche da fare per l’usabilità dell’utente: se ti aspettavi che quel pulsante fosse il primo ad essere cliccato e il tuo ‘utente campione’ invece nemmeno l’ha visto, beh, forse vale la pena rivederlo.

8. Presta moltissima attenzione alla visualizzazione da mobile.

Considera sempre questo aspetto. La maggior parte delle visualizzazioni che avrà il tuo sito verranno da mobile quindi testa sempre che il contenuto si legga e si veda perfettamente anche da smartphone.